IMG_20200829_171051.jpg

SUPMINDFULNESS

Ritrova te stesso sull’acqua

  • Supmindfulness nasce per unire la meditazione allo sport del Sup. Un autentico rituale di benessere studiato per allenare, con metodo e disciplina, il corpo e lo spirito allo stesso tempo.

  • Sulle acque calme del Lago Maggiore, su quelle tranquille senza navigazione del Lago di Monate, sui Navigli di Milano e all'Idroscalo (a Segrate alle porte di Milano) ritroverai te stesso e la calma una pagaiata dopo l'altra.


  • Supmindfulness è anche online: ogni giovedì una meditazione di 20 minuti guidata in diretta nella stanza Zoom, clicca qui per accedervi alle 20.50! 

  • Per restare sempre aggiornato sulle prossime uscite ed entrare in contatto con gli altri iscritti  entra nel canale Telegram, iscriviti qui!

  • Mi trovi su Instagram Facebook.


Calendario prossime uscite

  • 21 Maggio Milano (Navigli)

Per saperne di più

 

UN NUOVO RITUALE

Uscire in tavola, restare in equilibrio è il modo più semplice per connettersi con se stessi e la natura. Ma si può fare di più e quello che propongo è un autentico rituale di benessere.


Un rituale che costruiremo pagaiando sulle acque calme del lago, un modo dolce e semplice per rallentare il flusso dei pensieri e delle tensioni accumulate nelle nostre giornate. La sua formula è la semplicità.

IMG-20211231-WA0028_edited.jpg
 

UNA PAGAIATA DOPO L’ALTRA

Stare in equilibrio sulla tavola, pagaiare, e ascoltare i nostri sensi. Questo è quello che faremo rimanendo in silenzio, ascoltando il nostro respiro. Una volta in connessione con noi stessi, porteremo l'attenzione sul paesaggio che ci circonda e poi ai suoni che ci avvolgono. Quegli stessi suoni che fanno parte del panorama e non sono più elemento di distrazione. Quelli naturali, ma non solo...

Ma questo è solo l’inizio della scoperta, questo è un modo nuovo, delicato e consapevole, di vivere l'uscita in tavola e la pagaiata in SUP semplicemente essendo presenti. Via tutto quello che distrae. Ci gusteremo l’essere lì, nel “qui e ora” in tavola presenti a noi stessi. Attenti. Fino ad arrivare a vivere e a sentire ogni singola pagaiata. Respirare e avanzare con lo sguardo che si focalizza e cattura nuovi elementi. In pochi metri, la rinascita.

 

OLTRE LA PAGAIATA:
LA MEDITAZIONE RIGENERANTE

Un rituale di benessere per tutti

E poi, dopo aver pagaiato, aver attivato il nostro sguardo consapevole, lasciato scivolare sull'acqua pensieri e aver permesso al nostro cuore di aprirsi, troveremo il tempo per sentire tutto quello che ci circonda, ma soprattutto noi stessi, stando fermi. Sedendo sulla tavola, cullati dai suoni della natura, ci godremo il privilegio di chiudere gli occhi per dar voce al nostro respiro e ascoltarlo. Una pratica semplice, una meditazione per tutti, un momento di benessere studiato anche per chi non ha mai fatto una meditazione.
Un'esperienza da vivere liberi, senza giudizi, senza crearsi aspettative, per il puro e solo piacere di farla.

DSCN4692.JPG
 

PERCHÉ FARLO?

Per il piacere di stare bene, per farsi una carezza e concedersi il privilegio di riuscire a meravigliarsi. E niente paura, se non avete mai fatto nulla del genere* e pensate di non essere pronti… Relax. Un respiro alla volta, insieme, torneremo a riva sulle nostre tavole rigenerati.

IMG_20200702_070234.jpg
 

QUANDO FARLO, DOVE E (ANCORA) PERCHÉ?

E’ sempre il  momento giusto per prendersi cura di noi nel corso della giornata. Dedicare un momento, magari al mattino presto, prima che tutto inizi, o la sera dopo una giornata di lavoro, a una lunga passeggiata sull'acqua all'aria aperta è un gesto di amore profondo verso se stessi ed è questo quello che andremo a vivere.

Le uscite di “SUPmindfulness” si svolgono principalmente sul Lago Maggiore, partendo dalla spiaggia di fronte al Circolo Dormelletto Vela84.


Da quest'anno anche sul lago di Monate e a Milano.


Per informazioni contattatemi! 

Le uscite sono di gruppo, massimo cinque partecipanti, ma sono previsti anche percorsi “one to one” individuali.

 

SUPMINDFULNESS NIGHT A MILANO

Pagaiare sui Navigli

Una pagaiata rilassante nel cuore di Milano. Partendo dalla Darsena raggiungeremo lentamente il Naviglio Grande.
Una pagaiata di consapevolezza per ritrovare la calma dopo una giornata di stress e magari concedersi il tempo per un aperitivo... in tavola. 


  • Le uscite durano un'ora e mezza e si svolgono nei mesi di Maggio, Giugno, Luglio, Agosto e Settembre. 
    Per info, clicca qui!


Per info sulla normativa di navigazione, clicca qui!

IMG_20170401_195038.jpg
 

FORMULA ONE TO ONE

Per immergersi nell'atmosfera del lago, per ascoltare i suoni della natura e osservare con calma e attenzione quello che vi circonda, potete pagaiare in piedi sulla tavola, oppure nella nuova formula one-to-one, vi condurrò personalmente sulle acque calme del lago, facendovi vivere il rituale seduti comodamente sulla mia tavola. 
Pagaiata dopo pagaiata, vi guideró all'ascolto dei vostri sensi per farvi entrare in un autentico stato di rilassamento nella natura. Dopo questo viaggio sensoriale, alla scoperta di angoli incontaminati del lago, ci fermeremo per vivere una meditazione sull'acqua.

 
IMG-20211224-WA0021_edited.jpg

MEDITAZIONI ONLINE

Restare in connessione (anche a casa!)

Fra un'uscita e l'altra di Supmindfulness per allenare la pratica della meditazione e e tenerci in contatto è nata l'idea delle Supmindfulness Home Edition e Night Edition, due appuntamenti settimanali per meditare insieme e trascorrere una mezz'ora rigenerante prima di addormentarsi. 

SUPMindfulness Home Edition è riservata agli iscritti a Click (se vuoi entrare a far parte di Click e cambiare la tua vita clicca qui!) si svolge il mercoledì sera dalle 21 alle 21.30

SUPmindfulness Night è ad accesso libero, per partecipare vi invito a entrare nel gruppo Telegram dove sarà pubblicato il link per collegarsi alla stanza Zoom riservata dove si svolgerà la sessione. Su Telegram trovate il gruppo come Supmindfulness. 
La serata scelta è il giovedì dalle 20.50 alle 21.30. 

Le sessioni del giovedì sono ad accesso libero e vi racconterò com'è nato il progetto e sarà l'occasione di prendersi qualche istante per meditare insieme semplicemente.

Continua a leggere
 
IMG_20210711_163121.jpg
 

SUPMINDFULNESS LE FASI

Prima di salire in tavola, gli esercizi di energetica dolce

Seduti di fronte alle tavole, per entrare nell'esperienza di Supmindfulness invito tutti i partecipanti a sedersi a gambe incrociate e a entrare in contatto con il proprio respiro. In silenzio attraverso l'ascolto del respiro e a tre esercizi di energetica si crea così l'energia e l'armonia per iniziare la meditazione pagaiata. Che ora andremo scoprire passo dopo passo.


Cambiare prospettiva. Lasciar vagare lo sguardo

Usciti in tavola la prima fase di Supmindfulness è quella della contemplazione. Osservare quello che ci circonda dalla tavola con curiosità. Lasciare vagare lo sguardo fra una pagaiata e l'altra su quello che piú ci colpisce. In questo modo ci diamo il permesso di guardare, osservare quello che ci circonda senza uno scopo preciso, ma per il solo piacere di farlo.


Liberi da un dover guardare questo o quello coglieremo aspetti nuovi, o semplicemente osserveremo con piú consapevolezza particolari già noti ma che non abbiamo mai avuto il tempo, ne magari la curiosità di cogliere. In pochi metri il nostro sguardo si aprirà alla scoperta e con esso aumenterà la nostra predisposizione ad apprezzare quello che ci circonda, ma a cui il piú delle volte non diamo peso e importanza, troppo presi nel pensare e nel fare e a non vivere la semplicità e la bellezza del momento presente.


La prima fase è l'inizio del viaggio, il primo tratto del percorso e anche il primo momento in cui entriamo in connessione con noi stessi da un punto di vista privilegiato, quello della tavola.


Questo momento è quello che chiamo della riscoperta in cui il movimento delle braccia, delle gambe e del corpo ci aiuta nel mantenere la concentrazione sullo sguardo e a percepire lo stupore per quello che ci circonda che siano le case del centro di Milano o gli alberi e le montagne che abbracciano il lago, un gabbiano che passa o un colore che attrae la nostra attenzione… allenare il nostro sguardo a cercare la bellezza ovunque, ci restituirà il piacere di essere nel mondo e parte di esso, ovunque noi siamo.


Ascoltare i suoni che ci circondano, la musicalità della pagaia

Durante la pagaiata dopo aver osservato è il momento di ascoltare i suoni e i rumori che ci circondano portando attenzione e curiosità, cogliendo le sfumature che costruiscono quel tappeto sonoro a cui spesso non diamo attenzione.


Ogni suono o rumore che ci arriva lo accogliamo, lo facciamo entrare in noi e cerchiamo di cogliere la sua provenienza, quello che suscita in noi il suo ascolto. 


E dopo aver ascoltato quello che ci circonda è il momento di ascoltare la nostra pagaia, che ad ogni… pagaiata restituisce, se ci prestiamo attenzione, una musicalità diversa. La pagaia suona appoggiandosi sull'acqua e nel movimento crea quel concerto unico che,ascoltandolo, ci dona pace e armonia. È un suono delicato, leggero che ci fa sentire la musica che ogni oggetto sa emettere e di cui via via impariamo a cogliere le sfumature. Impariamo ad ascoltare il nostro respiro e il suono della pagaia che si fondono e in quegli istanti si crea un'armonia delicata che ci fa avanzare con delicatezza cullati proprio dal suono della pagaia. 


Il risveglio del corpo

Nella terza fase il nostro corpo, pagaiata dopo pagaiata, si è scaldato. E proprio in quel momento è possibile osservare i cambi di temperatura che si sono creati nel nostro corpo.


Iniziamo a sentire le mani, se sono piú calde o piú fredde, la pelle del viso scaldata dal sole, la temperatura dei nostri piedi e delle parti scoperte. Come sta la nostra pancia. L'aria fresca che ci accarezza e il piacere di qualche goccia di acqua che, pagaiando, arriva coi suoi schizzi a bagnare i nostri piedi che sensazioni ci dà? Le osserviamo e impariamo a sentire la temperatura del nostro corpo che cambia, questo è un altro passo per sentire noi stessi in modo naturale.


Sentire quello che siamo in quel momento in cui l'intensità del leggero sforzo fisico ci fa sentire che siamo in movimento, siamo vivi, esistiamo. 


Pagaiare a occhi chiusi verso la meta


La quarta fase della meditazione pagaiata, quella che precede la meditazione, è quella della libertà. 

Della scoperta del piacere di chiudere gli occhi per qualche istante e, sotto la mia attenta supervisione, per provare a sentire l'effetto che fa concedersi di pagaiare a occhi chiusi per qualche istante. Liberi di andare ovunque.


All'inizio molti non se la sentono, ma poi tutti provano e in quegli istanti assaporano, me lo diranno solo dopo, il gusto della libertà. L'effetto che fa il sentirsi liberi in piedi sulla tavola e la magia, una volta riaperti gli occhi, di tornare a vedere il mondo con uno spirito più aperto, pronti per entrare nell'ultima fase, la meditazione.


E allora, per arrivarci concentrati, invito a scegliere un punto una boa, un albero, un punto fisso a cui fare riferimento e pagaiare focalizzati solo su quello. 

In quegli istanti vedo l'energia nelle loro braccia aumentare per raggiungere la meta. E  una volta raccolti e ancorati, disposte le tavole a stella, lì inizia la meditazione… la meditazione sospesi sull'acqua. 

 

I BENEFICI

SUPMINDFULNESS: UN’INCREDIBILE RICARICA PER IL NOSTRO BENESSERE

"Giorni fa ho vissuto un’esperienza molto intensa che mi ha permesso di sperimentare una vera e propria ricarica di energia e di benessere e che mi farà vivere in modo nuovo la mia grande passione per il mare: la pratica della SupMindfulness....".

La Psicologa e Psicoterapeuta Sabrina Ciccarelli racconta la sua esperienza e i benefici di praticare SUPMindfulness nel suo articolo, che potete leggere sul suo sito cliccando qui!

IMG_20210730_200755_edited.jpg
 
IMG_20210825_200319.jpg
 

IL LAGO, LO SPECCHIO DELL'ANIMA

 "Un lago è l'occhio della terra a guardare nel quale l'osservatore misura la profondità della propria natura"
Henry David Thoreau

L'immagine del lago calmo, silenzioso e piatto infonde immediatamente un senso di quiete profonda. Il suo fascino segreto non sta tanto nell'estensione, quanto nella profondità che diventa inevitabilmente un richiamo della nostra. Anche noi, come questo specchio d'acqua dolce, abbiamo una superficie visibile a tutti, su cui riverbera la luce del sole e un abisso (invisibile) in cui risiede la nostra parte più autentica, a volte temuta, spesso inesplorata. Una pagaiata in silenzio ascoltando la natura sulle calme acque del lago è un'occasione speciale per stare a contatto con la natura, ma può diventare anche il momento per scoprire la parte nascosta di noi stessi, e sulle sue acque è sorprendente trovare o ritrovare il nostro equilibrio. Un equilibrio a cui possiamo tornare una volta tornati a casa evocando quelle sensazioni di pace vissute semplicemente visualizzandole.

IMG-20201011-WA0028_edited.jpg
 

SUPMINDFULNESS
IL PODCAST

Cosa si prova? Il racconto della prima volta in cui ho unito la pratica del Sup alla mindfulness. Ascolta la puntata, clicca qui!